vorrei tanto conoscere

magari chiacchierarci un po’

se gli va offrirei anche un caffè

al mio mazzo di chiavi


vorrei capire come si sente

a saltare e tintinnare continuamente

instancabilmente colpirsi mentre corro,

usato e non considerato,

sbattuto ovunque e mai accarezzato


vorrei chiedergli com’è

essere al centro dell’attenzione

solo quando assente

e appena ricomparso, di nuovo ignorato


vorrei discutere con lui

sul colore del moschettone

a cui lo attacco sempre

a me piaceva rosso,

ma poi si è rotto

ora è verde,

ma magari lui avrebbe preferito

blu


o forse

vorrei proprio essere lui

e farmi dedicare una poesia.



T

Condividi