Dove scappi e ti nascondi?
in quale universo rimani intrappolato
qualche bianco attimo
per tornare,
nero e attento,
un secondo fugace
a ricordarci dove stiamo,
a non farci perdere
in una distesa pallida
costellata di pixel spenti
che non puoi leggere
ma che mai abbandoni?

tu,
unica sicurezza dello scrittore,
unico appiglio dello sviluppatore
unico movimento in un foglio bianco

non vorrei mai
essere un cursore
temere, rischiare
di scomparire
e non tornare più.



T

Condividi